Come scegliere un telescopio per principianti

scegliere il telescopio per principianti
scegliere il telescopio per principianti
Nota

L'astronomia amatoriale è sicuramente una delle passioni più belle che esistano, ma non è la più facile, soprattutto quando si inizia. Troverete molti siti che vi offrono strumenti astronomici senza spiegarvi come funzionano. Alla fine di questo articolo, saprete quale telescopio acquistare in base ai vostri obiettivi di osservazione e al vostro budget, quindi buon divertimento!

I nostri tre strumenti astronomici per principianti!

Cominciamo dall'inizio! Quando si inizia, non si dispone necessariamente di un grande salvadanaio ed è meglio iniziare con qualcosa di abbastanza semplice per poi passare a un telescopio o cannocchiale più avanzato. Ecco i tre strumenti che consigliamo:

  • Il telescopio Newton su una montatura Dobson
  • Il telescopio acromatico
  • Il telescopio catadiottrico Maksutov

Vedremo più avanti in quali condizioni utilizzare questi strumenti, tutti molto diversi tra loro!

La prima cosa da considerare è il luogo di osservazione!

A seconda del luogo in cui si vive, alcuni strumenti saranno molto complicati da usare, come il telescopio Newton, estremamente sensibile all'inquinamento luminoso. Grande apertura, quindi grande raccolta di luce.

Se vivete in città, dovrete fare attenzione a questo fenomeno. In parole povere, il telescopio Newton con specchi è inutilizzabile in città. Per l'urbanistica e l'inquinamento luminoso, dovrete usare un telescopio o un Maksutov, vedrete perché!

Se vivete in campagna senza inquinamento luminoso, potete usare un telescopio Newton, un telescopio astronomico o un Maksutov.

I vostri obiettivi di osservazione astronomica!

Esistono due tipi di osservazioni astronomiche, quelle planetarie e quelle del cielo profondo. Alcuni strumenti permettono di fare entrambe le cose e altri sono più specializzati per l'una o per l'altra, vediamo nel dettaglio!

Il cielo profondo

Si tratta degli oggetti celesti astronomici più lontani dal nostro sistema solare e meno luminosi, per cui è necessario uno strumento di grande apertura, come un telescopio Newton. Troverete galassie, ammassi stellari e nebulose come Orione.

I telescopi ad alto ingrandimento non sono adatti per il cielo profondo, ovvero per gli oggetti celesti più grandi. Il binocolo è perfetto anche per osservare la galassia di Andromeda o le Pleiadi.

Obiettivo globale!

Che altro dire, è tutto nel titolo! Questi sono i pianeti del nostro sistema solare. In ordine di osservazione, si daranno: la Luna, Giove e i suoi satelliti, Saturno e i suoi satelliti, Venere e Marte.

Tutti gli strumenti astronomici, i telescopi Newton, i telescopi Maksutov, i telescopi permetteranno le loro osservazioni. Se volete ottimizzare questo tipo di osservazione, dovrete utilizzare un telescopio ad alto ingrandimento come il Maksutov, che combina specchi e lenti, su cui torneremo subito dopo!

Prima di parlare degli strumenti e delle loro funzioni, diamo un'occhiata al lessico astronomico!

È importante comprendere alcuni concetti e caratteristiche prima di entrare nel campo dell'astronomia amatoriale; ecco alcune definizioni essenziali:

Qual è la lunghezza focale?

La lunghezza focale è la durata del viaggio della luce all'interno del tubo. Per un rifrattore 90 × 900, la lunghezza focale è di 900 millimetri, o 90 centimetri. Questa è una caratteristica fondamentale per l'ingrandimento degli oggetti celesti.

Qual è il diametro?

Il diametro è chiamato anche "apertura". Si tratta semplicemente del diametro dell'apertura del tubo del vostro strumento: più è grande, più luce raccoglierete, caratteristica fondamentale per la fotografia del cielo profondo.

Prendiamo l'esempio del nostro caro telescopio Newton 200/1500: 200 è il diametro e 1500 la lunghezza focale. Rispetto al nostro telescopio da 90 mm di apertura, si nota immediatamente la differenza. Il telescopio è fatto per il cielo planetario e molto meno per il cielo profondo.

Come calcolare l'ingrandimento?

Una formula molto semplice: lunghezza focale dello strumento divisa per la lunghezza focale dell'oculare. Se si dispone di un oculare da 20 mm e di un Newton con una lunghezza focale di 1500, si ottiene 1500/20=75. Si avrà quindi un ingrandimento di 75 volte l'oggetto di interesse, con un oculare da 20 mm.

Luminosità e rapporto lunghezza focale/diametro!

Si tratta di una formula di cui non si parla spesso, ma che può aiutare a capire a quale osservazione il proprio strumento dà il meglio. La formula è semplice: lunghezza focale/diametro
Prendiamo il nostro newton 1500/200, quindi si divide 1500/200=7,5. Cosa fare con questo numero?

Se desiderate saperne di più sull'area, troverete in questa pagina https://vers-les-etoiles.com/telescope-debutant/ tutte le informazioni aggiuntive con una selezione molto precisa di strumenti astronomici per principianti!

  • Quando il risultato è compreso tra 10 e 15il vostro strumento sarà realizzato per il planetario, i Maksutov sono spesso inclusi in questi risultati
  • Quando il risultato è compreso tra 5 e 10Il vostro strumento sarà versatile, così come il nostro Newton!
  • Quando il risultato è compreso tra 0 e 5Si tratta di uno strumento di grande apertura realizzato per il cielo profondo, che di solito sono dei Newton fatti in casa!

Che cos'è esattamente un telescopio Newton?

Il telescopio Newton è uno strumento con due specchi, uno primario e uno secondario. Il telescopio Newton ha quindi una buona lunghezza focale, poiché la luce rimbalza due volte prima di tornare al riflettore curvo e all'oculare.

Il telescopio Newton presenta diversi vantaggi, primo fra tutti il prezzo degli specchi, che non sono molto costosi rispetto alle lenti. Il secondo è la grande apertura, che consente di raccogliere molta luce. Poiché gli specchi hanno lo stesso diametro del tubo, ci si può permettere di avere un diametro maggiore di quello di un telescopio a un prezzo inferiore.

Questo vantaggio è anche uno svantaggio, perché una grande apertura con uno specchio significa anche raccogliere l'inquinamento luminoso. È quindi inutilizzabile in città!

Parliamo ora del telescopio acromatico!

Esistono due tipi di telescopio: acromatico e apocromatico. Entrambi funzionano con un sistema di lenti delle dimensioni del diametro del tubo. Il telescopio acromatico soffre della cosiddetta "aberrazione cromatica", che provoca una sfocatura degli oggetti celesti messi a fuoco. Per risolvere questo problema, gli ingegneri hanno inventato il rifrattore apocromatico, che consiste in diverse lenti che permettono di cancellare l'aberrazione cromatica.

Un telescopio apocromatico non è solo per i principianti, poiché è molto costoso e spesso viene utilizzato per l'astrofotografia.

Quando si è astronomi alle prime armi, è consigliabile optare per un telescopio acromatico: sono molto più economici e, se ben scelti, possono essere molto efficienti.

Un altro vantaggio è che è molto facile da usare su una montatura azimutale e può essere utilizzato in città, non teme l'inquinamento luminoso. Date un'occhiata allo Skywatcher, il 90 × 900 è perfetto per i principianti e a meno di 300 euro!

Il telescopio Maksutov, amico di città e pianeti!

Il telescopio Maksutov deve essere classificato come uno strumento catadiottrico, cioè non ha solo specchi, ma anche una lente all'ingresso del tubo. È quindi insensibile all'inquinamento luminoso e ha un elevato ingrandimento, perfetto per i planetari e in città! Naturalmente è possibile utilizzarlo in campagna!

Il suo principale svantaggio è l'elevato ingrandimento, che lo rende molto complesso per l'osservazione del cielo profondo. Ha anche un prezzo, un buon Maksutov vi chiederà già 350/400 euro, ma sono strumenti astronomici davvero molto belli e iper performanti nel loro campo.

Spesso li troverete montati su supporti con GoTo, un sistema di avvistamento automatico che dispone di un intero catalogo di stelle, davvero facile da usare, ma che richiede una batteria supplementare!

Diamo un'occhiata alle cornici!

Esistono tre tipi di montature: azimutale, equatoriale e Dobson, vediamo di cosa si tratta!

  • La montatura azimutale è il più semplice da usare e presenta due assi, uno orizzontale e uno verticale. Non c'è niente di più facile per puntare una stella quando si è equipaggiati con la propria mappa celeste o con la propria applicazione, vi consigliamo Stellarium!
  • La montatura equatoriale È il più complesso da usare, perché il suo terzo asse, che permette di seguire le stelle, deve essere posizionato sulla Stella Polare. L'impostazione sarà un po' più complessa, ma permetterà di seguire le stelle. Perfetto per l'astrofotografia, ma non lo consigliamo ai principianti.
  • La montatura Dobson : Anche questa è una montatura azimutale, ma montata su una cassetta di legno, non solo è economica, ma è anche molto facile da usare. La montatura Dobson è molto utilizzata con i tubi Newton.

Per concludere, è interessante per voi non spendere molti soldi quando iniziate e, allo stesso tempo, avere qualcosa di abbastanza semplice da usare per iniziare a divertirvi rapidamente.

Ecco perché consigliamo la montatura azimutale e la montatura Dobson!

Esiste il miglior telescopio per principianti?

Se avete seguito tutto l'articolo, ora sapete che non è così! Non esiste il miglior telescopio per principianti, vi diremo "dipende", ma ora sapete perché!

Se si presta attenzione a tutti i criteri citati nell'articolo, è molto probabile che ci si diverta a osservare il cielo notturno, buon divertimento!